Back to Top
Stampa Email

Roma, 15-16-17 novembre 2019

Fondazione e fondamenta dell'identità dello Psicoanalista Multifamiliare
Esperienza, Teoria, Formazione continua

di Andrea Narracci

Il Laboratorio Italiano di Psicoanalisi Multifamiliare (LIPsiM) è lieto di annunciare il convegno che si terrà a Roma nei giorni del 15-16-17 novembre 2019.

Stampa Email

Commento all'articolo di F. Rampini, apparso su La Repubblica il 04/07/2019

 Il nomade globale

di Pasquale Pisseri

Rampini ci porta la sua esperienza emotiva di nomade di lusso, le cui continue “migrazioni” non sono certo legate a  un disagio socioeconomico ma al contrario a un ruolo prestigioso di giornalista operante su scala mondiale.

Stampa Email

Presentazione del Progetto per la partecipzione alla Mostra di Verona 4-5-6 Ottobre 2019 

IV Festival dell'Outsider Art e dell'Arte Irregolare

 Curatori del Progetto: Simonetta Porazzo, Giovanni Giusto, Nicole Asnong, Milena Meistro

Concept a cura di: Simonetta Porazzo

 

In lak' ech Ala k'in

io sono te, tu sei me … a modo mio

 

Il titolo In lak' ech Ala k'in - io sono te, tu sei me … a modo mio della performance che abbiamo piacere di presentare alla mostra “IV festival dell'Outsider Art di Verona”, esprime come ognititolo, l'essenza di quello che vogliamo trasmettere ed evidenziare: il rapporto di unicità–reciprocità e interdipendenza fra noi e il mondo, sia esseri senzienti che esseri non senzienti.

Stampa Email

L'ascolto e l'ostacolo. Psicoanalisi e Musica  

(Fausto Petrella, Jaka Book, 2018)

Scritto da Marianna Dotta

 

Sabato 22 giugno, presso il Centro Convegni La Tolda di Varazze, si è svolta la presentazione del libro di Fausto Petrella dal titolo “L’ascolto e l’ostacolo. Psicoanalisi e musica”. Credo che definire quello che abbiamo vissuto partecipando alla mattinata come una semplice presentazione sia riduttivo. Si è trattato invece di un’esperienza molto particolare, ricca di contenuti e di emozioni, all’interno della quale Fausto Petrella è riuscito a trasmettere la sua grande passione per la musica in relazione alla sua capacità clinica e competenza in tema di psicopatologia.

Clicca qui per vedere i video dell'evento:

https://www.youtube.com/watch?v=h55_jcUXDBk&list=PLtg3Sgf3e1JpYwLkLanbYT5gSXuaKejnt&index=48&t=0s

https://www.youtube.com/watch?v=Ou0sJl-C3T0&list=PLtg3Sgf3e1JpYwLkLanbYT5gSXuaKejnt&index=48

https://www.youtube.com/watch?v=Q4Oojjvl3Ls&list=PLtg3Sgf3e1JpYwLkLanbYT5gSXuaKejnt&index=49

 https://www.youtube.com/watch?v=wbqJhxaMoZQ&list=PLtg3Sgf3e1JpYwLkLanbYT5gSXuaKejnt&index=50

 

Stampa Email

Relazione presentata al 17th conference of Bridging Eastern and Western Psychiatry: Psychiatry in a changing world.

Ciak si sogna

Cinema e Social Dreaming. L’esperienza di Kiev [1]

di Giancarlo Stoccoro


L'immagine non può essere interpretata. Essa possiede una quantità illimitata di legami con il mondo, con l'assoluto, con l'infinito.

A. Tarkovskij

Stampa Email

Commento all'articolo di M. Bettini apparso su La Repubblica il 10/06/2019

Frazer, l'esploratore di miti che fece innamorare Freud

di Pasquale Pisseri

Il testo di Frazer  costituisce tuttora una importante “banca dati” per chiunque si occupi del mito e dei suoi collegamenti e implicazioni: è un vasto elenco di narrazioni e cerimoniali, patrimonio delle più svariate culture.

Stampa Email

Brevi note su “La Natura del pensiero” ad Arte Sella

di Caterina Vecchiato

Qualche giorno fa un radiogiornale riportava da un discorso del Papa l’affermazione: “ …un politico deve sempre dare speranza”.

Stampa Email

Commento all'articolo apparso su La Repubblica

Biciterapia per la mente

di Luca Gavazza e Maurizio Cristofanini

Come il foglio bianco dello scrittore. Bisogna cominciare. Finalmente ho il tempo libero per farlo. Strappo un po' di tempo. Forzo.

Stampa Email

Commento all'articolo apparso su La Repubblica, il 22 maggio 2019

Dimmi quanto sogni e ti dirò se dormi

La Redazione

 

Il nostro rapporto con i sogni è stato sempre complicato e a fasi alterne: l’interesse per questa attività mentale che ci mette in un diverso rapporto con noi stessi si è confrontato con timori e censure che ci hanno portato a negarlo o isolarlo, quasi escludendolo dalla fondamentale esperienza dell’unità e continuità del Sé.