Back to Top
Stampa Email

Laboratorio artistico del centro Diurno di Via di Monte Tomatico (Roma)   

Presentato dal Prof. Andrea Narracci durante il convegno svolto a maggio 2017 "Arte e Follia"
 
Il laboratorio si svolge grazie alla collaborazione della responsabile del Centro Diurno Dott.ssa Ersilia Lanna, del Musicoterapeuta ed educatore Giulio Candiolo, con  l'Accademia di Belle Arti di Roma  e in particolare con l'Arteterapeuta e docente di Principi e tecniche della terapeutica artistica Maria Jacomini sotto la mia Supervisione come responsabile del Corso di II livello in Arte per la Terapia. Al laboratorio dedicato ai pazienti del Centro Diurno partecipano come tirocinanti gli studenti del corso.
 
 

fShare
0
Stampa Email

Tutti pazzi per il mare. La terapia del bello

 
Intuizione particolarmente brillante. Nel nostro immaginario navigazione e follia sono da sempre connesse, un tempo in modo negativo: basta ricordare  la “nave dei folli”, raffigurata da Bosch e cui Foucault ha dedicato una corposa riflessione. Essa esprimeva una penosa condizione di isolamento, emarginazione, smarrimento.
 
 
fShare
1
Stampa Email

Il sottile desiderio di manicomi

 
Che cosa caratterizzava il manicomio in sintesi:
- scarsa professionalità;
- ridotto rapporto curanti-curati;
- impersonalità; 
- prevalenza dell'assistenza (quando andava bene) sulla cura;
- incapacità degli psichiatri di affermare una specifica competenza;
- incapacità d'interpretare i fenomeni umani.
fShare
9
Stampa Email
Il nostro nuovo progetto....

A gonfie vele

di G. Giusto, S. Porazzo, D. Minetti, F. Olivieri
 
Dal mese di giugno 2017 l’Associazione “Il Barattolo” ha firmato l’accordo con l’Istituto Superiore Ferraris-Pancaldo, proprietaria della nave “Leon Pancaldo”, attraverso il quale l’associazione è diventata a tutti gli effetti l’armatore della nave stessa per i prossimi dieci anni.
 
fShare
3
Stampa Email
Inaugurazione Ct Palazzo Fieschi, 11 maggio 2017

Arte e follia

 
“Raramente un risultato psichico ha bisogno di un letto di ospedale, ciò che più necessita è di un luogo protetto, anche una casa con un’alta capacità di assistenza, di capacità professionale e umana, di accettazione del conflitto che ogni soggetto produce laddove la vita penetri, i rapporti circolino, gli stimoli si rinnovino”.
 
Franca Ongaro (nel testo di Franco Basaglia)
fShare
0
Stampa Email
 
Marco Belpoliti, nella sua interessante serie sulle sostanze psicoattive, rievoca la rivoluzione psichedelica degli anni ‘60  col suo motto “Accenditi, sintonizzati, abbandonati”. 
 
fShare
0
Stampa Email

Da Burroughs a Christiane F. Il fascino oscuro dell’eroina

 
William S. Burroughs occupa un posto preminente in una schiera di intellettuali volutamente irregolari e contestatori dell’ordine costituito: Corso, Ferlinghetti, Ginsburg, Timothy Leary.
 
fShare
0
Stampa Email

Opinioni sul femminicidio

di Furio Ravera

 

Un nuovo femminicidio. Come padre e psichiatra queste vicende mi turbano profondamente per la loro frequenza ma soprattutto, per le dimamiche che stanno alla base di questi crimini. 

 

fShare
0
Stampa Email

Tra crisi e tweet benvenuti nella nuova età dell’ansia

 
L’articolo fa riferimento esclusivamente alla realtà degli USA e ha un taglio marcatamente sociologico. 
 
fShare
0